portale internet di promozione delle strutture ricettive ufficiali ed alternative di Cremona e Provincia

Dormire a Cremona e Provincia

homepage nazionale
eventi e manifestazioni
uffici turistici
parchi
Musei
fiere ed esposizioni
Speciale carnevale
Eventi
Gastronomia
Festivals
Mostre Fotografiche
Mostre d'arte
Feste Tradizionali
Eventi sportivi
Natura
Musica
 
 
Le aziende olivicole
BERGAMO
BRESCIA
COMO
CREMONA
LECCO
LODI
MANTOVA
MILANO
PAVIA
SONDRIO
VARESE
I consorzi di tutela
Concorsi
Eventi e Manifestazioni
News
Le Cultivar
Dop
Bio
Disciplinari
Oli extravergini Dop - Bio
 
I Prodotti Dop
l
ombardi

Bitto
Formaggella del Luinese Formai de Mut dell'Alta Valle Brembana

Garda
Gorgonzola
Grana Padano
 
Laghi Lombardi

Parmigiano Reggiano
Provolone Valpadana 
Quartirolo Lombardo 
Salame Brianza
Salame di Varzi

Salamini italiani alla cacciatora
 
Taleggio
Valtellina Casera

 

 

Le strutture ricettive di Cremona e Provincia

 

Come tramanda lo storico latino Tacito, la città fu fondata sotto il consolato di Tiberio Sempronio e Publio Cornelio (quindi nel 218 a.C.), al tempo in cui Annibale faceva irruzione in Italia, come baluardo contro i Galli stanziati al di là del Po e contro ogni altra minaccia che avrebbe potuto scendere attraverso le Alpi. Il territorio prescelto è, dal punto di vista geomorfologico, un terrazzo pianeggiante formatosi nel corso dell'ultima glaciazione, sopraelevato rispetto alla piana alluvionale del fiume che, all'epoca, aveva un percorso più settentrionale dell'attuale, molto più vicino alla città di quanto non sia ora. Cremona fu fondata come colonia di diritto latino: ciò significa che vennero mandati per popolarla coloni dal centro o dal sud dell'Italia, che restavano legati a Roma per quanto riguarda la "politica estera" e la guerra, ma che godevano di autonomia amministrativa. Alla fondazione della città si accompagnarono l'organizzazione e la divisione del territorio agrario (la cosiddetta centuriazione) in grandi appezzamenti da assegnare ai coloni.

Dopo una fase di instabilità legata alle incursioni dei Galli, la città conobbe un lungo periodo di grande prosperità, grazie alla sua posizione strategica sul Po e lungo la via Postumia, la strada consolare che, dal 148 a.C., attraversava l'Italia settentrionale collegando i porti di Aquileia e di Genova. Questa particolare floridezza è testimoniata da un lato dagli scavi archeologici, che hanno portato alla luce resti di lussuose abitazioni private e di imponenti edifici pubblici, dall'altro dalle fonti scritte. Sappiamo così che la città, sede tra l'altro della più celebre fiera agricola della Padania centrale, univa la ricchezza delle produzioni rurali, dell'artigianato e dei commerci ad un prestigio culturale tale da richiamare studenti dalle città vicine: anche Virgilio, adolescente, vi si trasferì per un periodo dalla nativa Mantova prima di completare gli studi a Mediolanum.
La prosperità di Cremona risulta nitidamente dalla descrizione che lo storico latino Tacito inserisce nel racconto della distruzione che la città subì in seguito alle vicende belliche del 69 d.C.

In quell'anno, dopo la morte dell'imperatore Nerone, scoppiò una violenta guerra civile per la successione al trono imperiale, che vide come contendenti Otone, Vitellio e Vespasiano.


Due sanguinose battaglie furono combattute nei pressi di Bedriacum (una piccola città sorta lungo la via Postumia, nell'attuale comune di Calvatone) e di Cremona; la città, colpevole di aver accolto trionfalmente Vitellio, fu messa a ferro e fuoco dalle truppe del vincitore Vespasiano.

Dopo la ricostruzione voluta dallo stesso nuovo imperatore, nei decenni finali del secolo e per tutto il II la città prosperò senza particolari sussulti e senza entrare nelle vicende della "grande storia", al pari di molte delle città dell'Italia settentrionale.
Tra il III e il IV secolo la crisi generale dell'impero romano interessò anche i centri della Pianura Padana, sebbene il ruolo eminente di Mediolanum (una delle quattro capitali dell'impero tardoantico) avesse ricadute positive sul territorio e le città vicine.
È certo tuttavia che la rete viaria, non più oggetto di manutenzione, conobbe un degrado irreversibile e che i terreni coltivati furono in gran parte abbandonati. Tipico di questo periodo è il sorgere di grandi ville che, da residenza e sede "di rappresentanza" di potenti possessores, acquisirono anche la funzione di centri religiosi, dai quali il cristianesimo si propagò nelle campagne.

Cremona mantenne in questo periodo e per i due secoli successivi la propria struttura urbanistica e difensiva; la fine della città antica, infatti, viene generalmente fatta coincidere solo con il 603 d.C., anno in cui fu espugnata dal longobardo Agilulfo.

fonte http://turismo.comune.cremona.it

VETRINA DEI VINI DI QUALITA'

Sito ufficiale del comune di Cremona

news

manifestazioni

 
 

Cerca un albergo in Europa

le strutture ricettive della provincia di Cremona

alberghi
agriturismi
bed & breakfast
campeggi
affittacamere
case vacanze
residence
ostelli
rifugi
turismo rurale
villaggi turistici
altro
 
I prodotti tipici della Lombardia
Salame Brianza
Salame d'oca di Mortara
Pera Tipica Mantovana
Bresaola della Valtellina
Vini Doc Docg
Vini Igt
le aziende vinicole
BERGAMO
BRESCIA
COMO
CREMONA
LECCO
LODI
MANTOVA
MILANO
PAVIA
SONDRIO
VARESE
Rassegna dei vini d'Italia
i consorzi di tutela
manifestazioni
news
I Vitigni della regione
I Vini Doc - Docg
I Vini Igt
Le strade del Vino
Disciplinari di produzione
 

archivio news

   

STRUTTURE SPONSOR DEL PORTALE
 
   

 
Dormire a Cremona e Provincia  -  Le strutture ricettive di Cremona e Provincia
WWW.DORMIREACREMONA.TURISM0.IT
Selezione di Alberghi di Cremona e Provincia   Selezione di Affittacamere  di Cremona e Provincia  Selezione di Agriturismi  di Cremona e Provincia   Selezione di bed & breakfast di Cremona e Provincia  Selezione di Campeggi  di Cremona e Provincia  Selezione di Case vacanze  di Cremona e Provincia  Selezione di residence di Cremona e Provincia   Selezione di Ostelli di Cremona e Provincia  Selezione di rifugi di Cremona e Provincia  Selezione di villaggi turistici di Cremona e Provincia  Selezione di turismo rurale  di Cremona e Provincia

NOTE LEGALI partita iva 00732490891

© Art Advertising

contatti

Art Advertising  non è collegato alle strutture ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti